• corsi per adolescenti
  • corsi per adulti
  • tutti i livelli

Dall’inizio degli anni settanta, le collaborazioni e fusioni tra varie forme artistiche danno vita alle prime apparizioni di spettacoli di danza contemporanea.

L’introduzione della tecnologia all’interno delle coreografie, ha aperto nuove incredibili possibilità, in molte creazioni contemporanee vi è infatti interazione dei ballerini con video, software, musica elettronica e altro

Il ruolo del danzatore è cambiato nella danza contemporanea: un danzatore spesso autore di sé stesso, al quale il coreografo lascia più spazio creativo rispetto al passato. Il coreografo contemporaneo delega spesso al danzatore la creazione di frasi coreografiche, che poi assembla e inserisce in un contesto e in uno spazio. Per fare ciò, l’improvvisazione diventa uno strumento indispensabile per la creazione coreografica, una tecnica di ascolto del proprio corpo e dell’ambiente.

Attraverso l’improvvisazione ogni danzatore può sondare le proprie qualità di movimento, e ricercare un proprio linguaggio. La possibilità del danzatore di diventare autore di sé stesso ha stimolato inoltre l’affermazione del ‘solo’, un luogo in cui il danzatore ha la possibilità di mettere in scena una creazione tutta sua. L’improvvisazione non è utilizzata solo a scopo compositivo, ma trova spazio anche come tecnica performativa.